giovedì 1 gennaio 2015

Festività e famiglia "tossicchio"

Credo sia la prima volta che l'influenza mi ha colta in pieno durante le festività natalizie... che dire? Stavo meglio prima!
Purtroppo non ci son stati cenoni in famiglia o festicciole tra amici,'na tristezza unica!
Ma ormai siam vicini alla guarigione e la voglia di coccolare almeno un po' i miei ometti che han condiviso febbre e tosse è molta.
Ci siam soprannominati "famiglia tossicchio" ma speriam presto di riporre in un cassetto questo ricordo :-)

Ieri abbiam organizzato un piccolo cenone per noi tre seduti sui cuscini in salotto di fronte al camino e ci siam divertiti molto.

Purtroppo il pesce usato era surgelato visto che per due settimane non ho messo il naso fuori di casa e men che meno ho avuto modo di andare in pescheria. Il gusto comunque non era male ma col pesce fresco tutta un'altra cosa!

L'entrata in scena l'han fatta le cozze in guazzetto o come si dice da noi "peoci in pocio"


-800 gr di cozze
-2 spicchi d'aglio
- 4 cucchiai d'olio evo
- 1/2 bicchiere di vino bianco secco
- sale e pepe bianco

In una padella capiente mettere l'olio e l'aglio schiacciato appena soffrigge aggiungere le cozze. Lasciar intiepidire il tutto ed aggiungere il vino, alzare la fiamma per far sfumare l'alcool e poi abbassare lasciando cuocere per una ventina di minuti aggiustando di sale e pepe.
Io ho usato le cozze surgelate se le usate anche voi mi raccomando non aggiungere assolutamente acqua visto che ne rilasceranno molta.
Semplici e molto buone, il mio bimbo ne ha mangiato un sacco.
Se vi piace il prezzemolo mettetene a volontà ma solo a fine cottura visto che il calore tende a renderlo amaro.
Se vi avanzano delle cozze conditeci magari degli spaghettoni, farete un figurone.


Seconda ricetta : Seppie in umido


- 1kg di seppioline piccole
- 1 cipolla o 2 scalogni
- Olio evo
- 1/2 bicchiere di polpa di pomodoro
- 1/2 bicchiere di vino bianco secco
- sale e pepe bianco

Tagliate sottile la cipolla e fatela rosolare nell'olio, pulite nel frattempo le seppioline e gettatele nella padella con la cipolla.
Lasciar soffriggere a fuoco basso girandole spesso fino a quando saranno opache ed un po' accartocciate. Versate il vino, alzando la fiamma per far evaporare l'alcool. Abbassare la fiamma ed aggiungere la polpa di pomodoro, aggiungere poco sale e pepe.
Mettere il coperchio e far cuocere dolcemente per circa un'ora.
Se durante la cottura si dovessero asciugare troppo si può aggiungere un mestolo di acqua calda.
Ottime da sole con del pane bianco od abbinate ad una polenta morbida bianca.

Con queste due semplici ricette abbiam festeggiato alla grande ;-)

Nessun commento:

Posta un commento