martedì 8 dicembre 2015

Libri & Pasticci : Comfort Food di Jamie Oliver

Dopo giorni di silenzio torno con nuove avventure culinarie. Ho avuto il piacere di poter leggere e sfogliare il libro di Jamie Oliver.


Il suo modo di cucinare è molto creativo e pieno di gusti a volte sconosciuti a noi italiani .
Usa ed abbina moltissime spezie, tende ad usare il peperoncino come se non ci fosse un domani e ama stupire gli ospiti.
Come di consueto mi piace provare le ricette per farmi un'idea su ciò che dovrei valutare e allora cosa aspettiamo?

Ecco a voi il
POLLO SATAY


Ingredienti :
8 sottocosce di pollo spellate e disossate
4 lime
6 cipollotti
2 cucchiai di salsa di soia
6 cucchiai di burro d'arachidi
1 mazzetto di coriandolo fresco  30gr( ho usato quello secco perchè non l'ho trovato 1/2 cucchiaino)
1 pezzetto di zenzero
2 spicchi d'aglio
2 peperoncini freschi
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di curry
1/2 cucchiaino di cumino

Scaldate a fiamma media, facendo attenzione, il curry, il cumino e la curcuma per un minuti in padella senza null'altro, Priviamo dei semi i peperoncini e peliamo l'aglio e lo zenzero. Mettete tutto nel mixer compreso il coriandolo. Aggiungete il burro d'arachidi, la salsa di soia e le parti bianche del cipollotti, la scorza di due lime ed il succo di tre. Frullate il tutto e se necessario aggiungere un po' d'acqua . Tagliate le sottocosce in 4 pezzi e copritele con metà della salsa satay. Infilatele su spiedini e lasciate marinare in frigo per almeno 2 ore, meglio se tutta la notte.
Scaldate per tempo una piastra,versate un po' d'olio e sale su i due lati del pollo e posatelo sulla piastra . cuocetelo per 15 minuti circa o finchè non sarà bello abbrustolito e dorato girandolo spesso.

Questo piatto l'ho abbinato a

TORTILLAS DI QUINOA



Ingredienti :
300 gr di quinoa
1 cucchiaio di olio d'oliva
1 cucchiaino colmo di semi di finocchio
1 cucchiaino raso di lievito in polvere

* devo fare una piccola precisazione sulla quinoa. Prima di essere usata si deve sciacquare sotto l'acqua corrente per eliminare lo strato superficiale molto amaro. Operazione necessaria o il gusto sarà a dir poco orripilante!

Frullare la quinoa (lavata e ben asciugata) e i semi di finocchio nel robot da cucina sino a quando si sarà ottenuta una bella farina omogenea.
Tenetene da parte un paio di cucchiai e mescolare il resto con il lievito, l'olio e tanta acqua quanto basta per ottenere un impasto omogeneo anche se tenderà a sbriciolarsi mancando un elemento legante. Dividere l'impasto in quattro parti e formare delle palline che passerete nella farina messa da parte appiattendole e lavorandole sino a quando avranno lo spessore di un sottobicchiere. Prendete un piattino e ricavatene delle tortillas belle rotonde. Scaldate una padella antiaderente e quando è bella bollente posate le vostre tortillas e lasciatele dorare un minuto per parte. Una volta cotte posatele in un canovaccio e copritele sino a quando non le dovrete usare.

Se la devo dire tutta ho provato anche a fare i 
PARATHA
ovvero un pane non lievitato molto buono anzi buonissimo!!! 
300gr di farina integrale
300 gr di farina bianca
1 bella presa di sale marino
2 cucchiai di olio d'oliva
400 ml di latte parzialmente scremato

Mescolate il tutto ed impastate su un piano infarinato per qualche minuto.
Lasciate riposare per 20 minuti, dividete in 8 parti e stendete la pasta abbastanza sottile in un rettangolo che poi strofinerete con l'olio d'oliva e arrotolerete non troppo stretti in un cilindro e poi a spirale su se stesso. Appiattite col mattarello per ottenere una focaccina abbastanza sottile. Mettete un po' d'olio in una padella e scaldate i paratha 3 minuti per lato o sino a quando saranno ben abbrustoliti.



Tutte ricette promosse!!!





Nessun commento:

Posta un commento