martedì 3 marzo 2015

Le "brod-crocchè"

Eccomi con un nuovo post e un nuovo riciclo in cucina.
Le "brod-crocchè".
Nome nato per gioco e per riutilizzare le verdure usate per fare il brodo!
Chissà perchè il brodo buono e la carne scompaiono e le povere verdurine restano lì tristi e nessuno le vuole.
Di solito le trito e le uso come fondo per un sugo aggiungendo pomodoro, oppure se il brodo è di gallina ,spolpo il volatile, e la ripasso in padella con olio e le sue verdure a pezzi.
Ieri sera in un impeto creativo eccomi a schiacciare le carote, tritare la cipolla e affettare sottile sottile il sedano.
Già che c'ero ho aggiunto un paio di patatine lesse schiacciate, un ovetto, del pangrattato, sale e pepe.
Mmmmh una mozzarellina solitaria vagava per il frigo ed ho tritato pure lei e via.
Le verdure son lessate quindi il gusto c'è ma poco... un bel spicchio d'aglio tritato ed ecco finalmente pronto l'impasto.
Con due cucchiai mi son aiutata a formare le crocchette e via in padella con poco olio ben caldo a rosolare.

Non ho messo le dosi perchè il tutto era molto ad occhio ma potrei quantificare con :
- 4 carote
- 1 cipolla
- 2 coste di sedano
- 2 patate piccole / 1 media
- 1 uovo
- 1 mozzarella tritata e sgocciolata
- 1 spicchio d'aglio
- 3 cucchiai di pan grattato
- sale e pepe a piacimento

Ho messo più tempo a decidere cosa aggiungere che a farle.
In un quarto d'ora erano belle dorate con un cuore morbido e filante anche perchè l'unica cosa che si doveva cuocere alla fine era l'uovo.

Son soddisfatta visto che le abbiamo quasi mangiate tutte.



Buon appetito ^^


CONSIGLIO.
Per non rovinarle una volta appoggiate alla padella bisogna resistere alla tentazione di girarle spesso o si sfalderanno.
Se invece si ha pazienza ecco che si forma una bella crosticina e si potranno girare senza fatica.

Nessun commento:

Posta un commento